La Dora

Oggi mentre sfogliavo le immagini degli acquarelli pubblicati sulla pagina del sito dedicata ai dipinti, mi sono soffermata sul soggetto della ” Dora”, di cui ho deciso di raccontarvi la storia:
rappresenta uno dei primi soggetti fatti dal vero dopo un lungo periodo di elaborazioni in studio. Questo acquarello l’ho fatto in una calda giornata di febbraio del 2017, sembrava primavera e ricordo di essermi tolta il cappotto e di averlo usato come coperta. Ero uscita a passeggio, volevo distrarmi, mia sorella aveva problemi di salute seri (per fortuna ad oggi è tutto passato), mi sentivo triste ed impotente. Avevo con me in borsa una bottiglietta d’acqua, l’album cm 21 x 30 e la scatola di acquarelli da viaggio. Non sapendo dove mettere l’acqua ricordo di aver usato la vaschetta del temperamatite.

Leonardo da Vinci: come rappresentarlo?

Chi biasima la pittura, biasima la natura, perché le opere del pittore rappresentano le opere di essa natura, e per questo il detto biasimatore ha carestia di sentimento. — Leonardo da Vinci. L’anno scorso, dato che si celebravano i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, hanno cominciato a comparire da tutte le partiContinua a leggere “Leonardo da Vinci: come rappresentarlo?”

Renata Seccatore pittrice

La mia passione per la pittura credo sia nata con me, poichè ricordo quanto mi piacesse da bambina colorare i mobili con i pennarelli, per la gioia di mia madre! Ricordo perfettamente la sensazione dello scorrere della punta sulla superficie liscia… Sopra al marmo dei davanzali il colore diventava quasi cangiante per i riflessi di luce ed era una gioia pura per i sensi.

error: Content is protected !!